PER LE PAGINE, CLICCA QUI SOTTO!

domenica 11 novembre 2012

PREFERENZE AL DISEGNO: MATITA, O DIGITALE?

Bene ragazzi, siamo giunti all' ultimo articolo,
per quanto concerne l' argomento, " disegnare al computer".

Abbiamo visto, quali sono i software che ci servono,
quali le tavolette, e quali i costi in ambo strumentazioni per disegnare digitalmente.

Chiudo l' argomento, con la domanda che molti di voi si staranno facendo,
MA E' PREFERIBILE DISEGNARE CON IL DIGITALE, OPPURE A MANO?

La domanda non è tutto sommato così male,
bisogna semplicemente sapere, che a seconda di quello che è il settore grafico,
l' uso di alcuni mezzi è fondamentale.

Ad es. pensiamo che anni fa, la colorazione del fumetto, era esclusivamente realizzata,
ad acquerello o altre tecniche di colore,
quando il digitale ha iniziato a diffondersi, le cose son cambiate,
infatti ad oggi, se non rari casi, le colorazioni nel fumetto,
vengono per antonomasia realizzate in digitale.

Effettivamente l' uso del digitale, è un' innovazione, perché
sicuramente permette di lanciare soluzioni grafiche che con la carta, sarebbe difficile
ottenere,
ma probabilmente il punto di forza più grande del digitale,
è il fatto che permette di risparmiare davvero tanto tempo.

Pensiamo agli studi ad es. che si dedicano in particolare alle colorazioni
degli speciali Bonelli, coloristi del genere, realizzano anche 5/6
tavole al giorno, ai prezzi di 15-30 euro a singola tavola,
( o per lo meno, questi sono i prezzi che ho sentito dire in giro).

La colorazione a mano quindi, a meno che non sia voluta dall' editor,
al giorno d' oggi è quasi sorpassata, purtroppo.

Pensando invece a quelle che sono le bozze, gli storyboard o i clean-up nel fumetto,
cioè l' iniziale resa della tavola portata al compimento finale,
quelle per quello che io sappia sono ancora di standard classico,
anzi da quel che sento in giro, spesso non è neanche possibile realizzare la tavola in digitale,
perché l' editor ne richiede la cura cartacea, e spesso può accadere che le tavole
restino proprietà dell' editor.

Tutto dipende, dal settore in cui lavorate, ci sono sicuramente editori che possono accettare
il lavoro interamente digitale, come ci sono editori che magari rimangono fedeli al classico.

Sicuramente l' uso del digitale, è un grande risparmio di tempo, tra le diverse fasi di lavoro.
A me personalmente piace molto lavorare attraverso le metodologie digitali,
più che altro perché il mio background, punta molto al tema illustrativo o concept art.

Credo l' unica pecca del digitale, e che realizzando una tavola classica, gomma e matita,
si può sempre avere la soddisfazione di avere il prodotto finito toccandolo con mano,
e soprattutto non c' è il rischio che tramite qualche impallamento o perdita dei dati del
vostro comp. appunto vi facciano perdere i vostri lavori.
Per questo vi consiglio di munirvi sempre, di una chiavetta USB, o hardisk esterno,
in modo che ogni disegno che realizzate, lo tenete al sicuro.

Chiudo qui l' argomento
" disegnare col computer"
tutte le domande o curiosità, a cui sarò felice di rispondere, saranno aperte solo sotto questo post.

Un saluto ragazzi e al prossimo articolo!

1 commento:

  1. DANY BELL'ARTICOLO,COMUNQUE CONTROLLA NELLA POSTA IN ARRIVO DEL TUO SECONDO CANALE,TI HO MANDATO UN MESSAGGIO MOLTO IMPORTANTE,RISPONDI AL PIU PRESTO,CIAO :D.

    RispondiElimina