PER LE PAGINE, CLICCA QUI SOTTO!

martedì 22 dicembre 2015

I MIGLIORI ACQUERELLI DA COMPRARE

L'acquerello è una tecnica pittorica che mi ha sempre affascinato moltissimo.
Da un po di tempo a questa parte, mi sono avvicinato a questo tipo di tecnica, anche per dei lavori realizzati e dei prossimi lavori che realizzerò con questo mezzo pittorico.

Prima di avventurarsi in qualsiasi tecnica, prima di poterne parlare e di descriverla "agli altri", mi sono informato nei meandri più oscuri di internet per cercare siti, artisti, e le più svariate tecniche, che comprendono il mondo degli acquerelli.

In questo articolo, vi descriverò quindi, dopo queste svariate ricerche di mesi e mesi, quali sono i migliori materiali e qual è la miglior scelta per acquistare degli acquerelli. Ricordiamoci che le cose buone si pagano, come diceva qualcuno, quindi arrivare ad avere un vasto set di materiali fra pennelli e colori e carta, richiederà una spesa abbastanza importante, in quanto i materiali professionali costano, basti pensare che ci sono pennelli della ( Serie10 Maestro, della Da Vinci, in pelo di martora ) che arrivano a costare anche 1400 euro. Un singolo pennello. ( Intendo ). ( eh si ).
" Qualcuno diceva che l'arte, è per i poveri ". Ma vabbè.

Chiaramente vi parlerò di tutto ciò che è il top di gamma per questo settore.

Allora facciamola semplice, rilassiamoci e mettiamoci comodi per questa lettura.

L'acquerello, è un colore che viene utilizzato in tecnica coprente, o non coprente, a seconda di ciò che si vuol fare; viene utilizzato ed affiancato da acqua. Abbiamo diverse soluzioni di acquerello:
quelli nello scodellino ( godet ) , quelli in tubetto, oppure quelli in stick, che possono essere utilizzati anche senz'acqua, come pastelli.



Qui un esempio di tubetto da 5ml di colore.
Schminke Horodam



Esempio di acquerello in scodellino o godet.
Questi colori possono essere o in
mezzi godet, o in godet interi.


















Esempio di acquerello in Stick.
Daniel Smith.
Solitamente gli Stick hanno dimensione
di tre godet interi.











Nelle immagini ho inserito quelli che secondo una ricerca, sono considerati tra i migliori acquerelli sul mercato. Un ottimo colore ad acquerello si distingue dagli altri, per l'elevata pigmentazione che il colore contiene, permettendovi di avere un colore più corposo e vivace.
Un ottimo colore ad acquerello si distingue anche dalla brillantezza, e da altri composti che il colore possiede. E' sicuramente possibile trovare acquerelli che hanno prezzi inferiori, in quanto scarseggiano di luminosità e pigmentazione.


Un ottimo acquerello si distingue anche da altri fattori, ossia:
se il colore si asciuga in fretta, se può essere cancellato, e dal suo livello coprente.
Solitamente quando si sceglie il colore, questi dettagli si possono notare tramite dei segni, in modo da poter identificare l'effetto.

Ad esempio dal quadratino e dal triangolo (pieni) che vediamo sotto questo colore, possiamo capire che questo colore è totalmente coprente è che non può essere cancellato.


In questo caso vediamo i simboli vuoti, vuol dire che il colore che stiamo scegliendo, non è coprente e può essere cancellato.

Queste cose sono fondamentali da sapere perché magari si ha il rischio di acquistare qualcosa su internet, e magari se volevamo un colore coprente, per sbaglio si compra un colore che non c'entra una mazza. Oppure invece di voler comprare un pacchetto, sapendo queste informazioni, possiamo decidere e scegliere i colori che più ci piacciono conoscendo le loro caratteristiche e gli effetti.

Gli acquerelli vengono venduti in pacchetti, che possono variare, se in godet interi o mezzi godet,
o se in tubetti piccoli, oppure grandi.
Solitamente gli scatoli possono essere in metallo oppure in plastica, e possono contenere dagli otto,
ai quarantotto mezzi godet, o ventiquattro godet interi. E' chiaro che in base al numero e dimensione dei colori i prezzi salgono.






Ad esempio vi invito a cercare gli Schminke Horodam, acquerelli tedeschi di elevatissima pigmentazione e brillantezza. Sono tra i migliori al mondo, ad esempio, le tavole di ( Una storia ) di Gipi, sono realizzate con questi acquerelli.
I prezzi variano, si può andare dai 60/70 euro di base, per un pacchetto da dodici colori, ai 240 per un pacchetto da 48colori. Si parla di mezzi godet. Abbiamo anche alternative con godet interi.

Come categoria meno professionale per chi non vuole spendere molti soldi, ci sono gli Schminke AKADEMIE, che sono dei colori mirati a chi sta imparando, ma vuole comunque avere una buona resa del colore.



Anche di questa serie, possiamo avere acquerelli sia in godet, che in tubetto. E i prezzi partono da una 30ina d'euro a pacchetto con dodici colori.


Un'altra bella alternativa possono essere gli acquerelli della serie " Artist" della Winsor&Newton, qui abbiamo anche la possibilità di comprare dei Maxi godet, che sono molto più grandi dei classici, e sono mirati a chi vuole realizzare grandi campiture con pennelli più grossi.


Il prezzo di un singolo maxi godet si aggira intorno alle 15/20 euro.
Ricordiamoci che i colori funzionano per miscelazione, quindi comprando i colori primari, se si è abbastanza abili nella creazione di altri colori, potremo arrivare alle gradazioni di colori secondarie e così via.

Della Winsor&Newton abbiamo anche la serie Cotman, che è una serie dedicata a chi si vuole divertire, senza smenare troppi soldi. Una buona offerta di questa serie è lo scatolo da 48 mezzi godet, lo si trova sulla sessantina d'euro. E sinceramente io li trovo dei colori carini. Sicuramente non sono il massimo della professionalità ma averne 48 è più che conveniente.



Da quello che ho potuto vedere invece su internet, un'altra ottima marca di colori è la Daniel Smith, che crea colori ad altissima pigmentazione e brillantezza, una vera e propria gioia per gli occhi.
I colori Daniel Smith possono essere acquistati solo in tubetti, o in stick. Questi colori hanno dei prezzi un po più alti. Partiamo dai 7 euro fino a 35 euro, per un singolo tubetto.
Gli stick invece costano sui 15 euro a colore, e come dimensione rappresentano circa tre godet interi.




In questi giorni, vi mostrerò delle prove tecniche con diversi tipi di acquerelli, fra cui gli Horodam, di cui ho ordinato un pacchetto da 24 colori. Tenete d'occhio il blog perché altre info su ciò che sto studiando arriveranno nei prossimi giorni.

Invece nel prossimo articolo dedicato all'acquerello, vi parlerò dei pennelli, ( Martora, Vaio, Scoiattolo ) con relativi prezzi, e successivamente vi parlerò della carta. ( Arches, e Canson ).

Se questo articolo vi è stato utile, fatemelo sapere con un commento.
E' chiaro che ci sono tantissimi altri acquerelli come i Mijello, Sennelier, i Talens, Lukas, White Nights, ecc... ma credo che i migliori da tutto ciò che ho letto, siano questi. Se avete anche dei consigli, aspetto le vostre impressioni.

Un salutone amici, a presto.

Daniele Raineri

3 commenti:

  1. Molto interessante.
    Grazie . Ora ti seguirò con piacere

    RispondiElimina
  2. Molto utile, una recensione dettagliata e approfondita. Finora non ho mai sperimentato la tecnica dell'aquerello ma è mia intenzione esplorare anche questo medium. Io uso le tempere al momento e mi sono sempre chiesta quale sia la sostanziale differenza fra acquerello e tempere, a parte la presenza di gesso in quest'ultime. Per esempio mi chiedo se le modalità di stesura del colore possano essere le stesse, se è possibile lavorare a strati sovrapposti, se è possibile coprire un colore scuro con uno più chiaro e infine se gli acquerelli virano colore asciugandosi. Non sapevo dell'esistenza degli stick. Mi piacerebbe saperne di più anche su le altre marche, per esempio sui Mijello che devo confessare di non aver mai sentito prima.
    Complimenti per questo post.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina